Eventi e itinerari legati al PNRR

EVENTI IN PROGRAMMA

AgriCultura: a giro per BIO-ORTI
Un giro per gli orti del territorio guidati da Annalisa Marchi. 
L’incontro all’orto bioattivo di Villa del Palco sarà lunedì 29 luglio alle 17.30 insieme con il presidente di Legambiente Prato, Giacomo Agabio. 
Tutti i dettagli sull’iniziativa nella locandina: 

RACCONTO DEGLI EVENTI REALIZZATI 

INCONTRI CON L’ISTITUTO DATINI E ALTRE SCUOLE DEL TERRITORIO ALL’ORTO BIOATTIVO

5 e 26 febbraio 2024:
Il 5 e 26 febbraio 2024 si sono tenuti due incontri con le classi quarte e quinte dell’Istituto Datini di Prato per approfondire la conoscenza dell’orto bioattivo e mettere in pratica le procedure di semina.
Al primo incontro hanno partecipato una quindicina di allievi e allieve delle classi quinte e al secondo incontro venti alunne e alunni delle classi quarte della scuola pratese accompagnati dalla professoressa Grazia Cosenza.
Durante le due mattinate formative i ragazzi sono stati introdotti alle caratteristiche degli orti bioattivi e guidati nel trapiantare piantine di ravanello, cavolo cinese e bieta.
La nuova semina in semenzaio è stata l’occasione anche per lavorare con loro a un modello di piano colturale adattabile anche all’orto bioattivo del Palco.
Sono stati importanti momenti dedicati al contatto con la natura senza però dimenticarsi dell’importanza della storia che ha attraversato questi luoghi: infatti, è intervenuta la professoressa Annalisa Marchi, grande conoscitrice della storia del luogo, coadiuvata da Giacomo Agabio (Presidente di Legambiente Prato), la quale ha passato in rassegna gli eventi storici più importanti della Villa legati al giardino e, in particolare, agli orti.
Un tema che ha permesso di sottolineare il collegamento tra passato, presente e futuro che gli stessi ragazzi dell’Istituto impersonificano facendo oggi un lavoro del passato che apre al futuro.
L’incontro fa parte delle attività in collaborazione con le scuole del territorio promosse nel contesto del PNRR della Villa del Palco che, nei prossimi mesi, vedrà la realizzazione di altre iniziative simili.
15 aprile 2024:
Nel mese di aprile il progetto dell’orto bioattivo ha visto la messa in produzione di ortaggi tutti i cassoni. In particolare, il completamento delle piantumazioni è avvenuto lunedì 17 aprile durante un incontro che ha visto la partecipazione delle classi terze dell’indirizzo agrario dell’Istituto Datini e di alcuni ragazzi di un centro diurno della Cooperativa Unitaria Invalidi di Prato (CUI).
Sotto la guida di don Matteo della Fraternità San Leonardo e di un collaboratore di Andrea Battiata, specializzato nelle pratiche operative di costruzione dei cassoni e piantumazione, gli allievi della scuola pratese hanno piantato tre tipi di insalata (romana, gentilina e canasta), bietole, zucchine e quattro tipi di pomodori. I ragazzi e le ragazze hanno imparato a disporre in linea le colture tirando un filo in modo da realizzare un orto ordinato e bello da vedere.
A metà mattinata i partecipanti sono stati raggiunti da alcuni ragazzi e ragazze del CUI che li hanno affiancati per terminare il lavoro di inserimento delle piante nei cassoni. Proprio il CUI intende realizzare nel proprio centro un orto costruito su questo modello. Un aspetto importantissimo che racconta della replicabilità del progetto e degli interventi che si stanno facendo alla Villa del Palco che hanno anche un rilievo sociale.
Una mattinata ricca di entusiasmo e condivisione che si è conclusa con un pranzo al sacco nel chiostro della Villa.
10 maggio 2024:

Il 10 maggio si è tenuto un nuovo incontro con le scuole del territorio all’orto bioattivo di Villa del Palco che questa volta ha coinvolto la classe quarta agrario dell’Istituto Datini e la classe quinta B della scuola primaria Meucci-Istituto comprensivo Prato Nord.

Le due classi si sono  ritrovate per lavorare all’orto bioattivo appena costruito alla Villa del Palco grazie all’agronomo Andrea Battiata.

I ragazzi più grandi si sono fatti tutor, animatori e accompagnatori dei bambini. Hanno ripulito tutte le aiuole, iniziato a mettere le palificazioni per appoggiare le canne per i pomodori e gli zucchini. Sono state, poi, tolte le piante infestanti sia dai cassoni che dall’esterno per rendere più agevole il lavoro di chi dovrà poi andare a cogliere e tenere pulita l’area.

Nella seconda parte della mattinata i bambini delle elementari hanno partecipato a un incontro di approfondimento storico con Annalisa Marchi su tutto ciò che riguarda la zona del Palco e dei territori intorno con particolare riguardo per gli orti e per i frutti antichi. Un approfondimento possibile grazie alle ricerche partecipate che Annalisa ha effettuato in questi anni che l’hanno vista molto impegnata sul territorio. Nel frattempo, i ragazzi dell’agrario, che avevano già approfondito il tema in uno dei precedenti incontri, hanno proseguito il lavoro all’esterno ripulendo e ordinando la parte alta del giardini per permettere alle persone di godersi il giardino in maniera migliore e portare ancora più bellezza al luogo.

Una mattinata che ha visto creare in pochissimo tempo un bellissimo legame tra le due generazioni coinvolte costruito con grande naturalezza attraverso il lavoro comune con la terra.

 

 

 

Clicca qui per vedere il servizio di Tv Prato sull'orto bioattivo

SUL SENTIERO DI FRANCESCO DATINI. Passeggiata storica e apericena etrusca

(domenica 10 marzo 2024)

Che cosa collega il famoso mercante di Prato Francesco Datini alla misteriosa civiltà etrusca alle pendici della Calvana?
Un SENTIERO, naturalmente!
Un’antica strada di campagna che s’inerpica tra ulivi, querce secolari, tracce di condotti d’acqua settecenteschi e un suggestivo tabernacolo fino a Filettole e Carteano, area notoriamente ricca di testimonianze etrusche.
A scoprire e ripristinare il sentiero, dedicandolo proprio al Datini, è stato il Gruppo Archeologico L’Offerente Prato (GAO: gruppo amatoriale di appassionati di storia e archeologia nato nel 1994 che negli anni ha preso parte a importanti progetti collaborando con la sovrintendenza dei beni archeologici della Toscana e con diverse università) che da decenni s’impegna con competenza e passione a recuperare la memoria dei luoghi e le tracce delle civiltà che dalla preistoria si sono avvicendate sul territorio.
Il GAO ha organizzato domenica 10 marzo una passeggiata storica guidata da Maurizio Bini, anima dell’associazione, e Giacomo Agabio, educatore ambientale e Presidente di Legambiente Prato. Una quindicina di persone, sfidando il meteo, ma poi premiate da un’ampia schiarita, hanno esplorato con grande interesse le bellezze storiche e naturalistiche del percorso come sottolinea lo stesso Agabio: “E’ stata l’occasione per passare in rassegna e approfondire le caratteristiche e le bellezze naturalistiche (oltre che storiche) dei territori nei dintorni del palco e dell’area protetta dei monti della calvana particolare attenzione è stata riservata alla risorsa acqua parlandone sia in termini di riscoperta delle sue fonti su quel territorio sia di eccessiva presenza o forte scarsità a causa degli effetti del cambiamento climatico. L’itinerario si è sviluppato dal palco sui percorsi di mezzacosta calvanina permettendo la visuale di panorami paesaggisticamente molto caratteristici e la possibilità di soffermarsi per apprezzare la bellezza della presenza di alcune specie vegetazionali tipiche del luogo nonchè lo studio delle tracce della presenza di qualche animale selvatico”.

È proprio grazie al grande impegno e alla passione archeologica dei membri del GAO che sono potuti tornare al loro splendore alcuni dei reperti storici che sono stati illustrati proprio durante il tragitto: “Il nostro gruppo – spiega Maurizio Bini – si è sempre impegnato nelle ripuliture dei sentieri. A fare da spinta all’inizio dei lavori nel sentiero sotto la Villa del Palco è stata la scoperta di un tabernacolo in mezzo ai campi che ci ha molto incuriosito perché non se ne trovava traccia nelle carte storiche. Solo nella carta dei Capitani del Popolo del 1594 era segnalato, ma come cappella e non come tabernacolo. A partire da quel rinvenimento, a giugno dello scorso anno sono iniziati i lavori di ripulitura che hanno visto all’opera il nostro gruppo. A novembre, poi, il disastroso alluvione che ha colpito la città di Prato ha ripulito il sentiero riportando alla luce il selciato originale e dimostrando, quindi, che quella strada era lastricata”. L’incontro è stato, dunque, un’occasione per raccontare quanto ritrovato e recuperato nella zona e illustrare anche le ultimissime scoperte come quella di una fonte collocata sulla destra del tabernacolo che fa presumere che l’antico acquedotto reale secentesco, che da Carteano e Filettole giungeva in città, potesse passare proprio da lì.

Infatti, a fare da filo conduttore di questo cammino tra passato, presente e futuro l’ACQUA, vero tesoro del territorio. Custodita nel ventre carsico della Calvana, zampillante da una miriade di sorgenti tra cui spicca la leggendaria Fonte Procula, incanalata in acquedotti prodigiosi come il secentesco Condotto Reale delle Acque che dissetava la Prato dell’epoca, quest’acqua riveste anche un valore simbolico. Ci richiama, infatti, all’urgenza di recuperare l’antico rapporto tra natura e spiritualità di cui la nostra società ha profondo bisogno.

Non per caso, la camminata è stata inserita tra gli eventi previsti dal PNRR finanziato da NextGenerationEU, basato su un progetto denominato proprio “Benessere e Spiritualità” ed ispirato all’ecologia integrale della Laudato Sì’, in corso di realizzazione al Monastero di Villa del Palco.
Ed è proprio nel refettorio del Monastero che si è conclusa la passeggiata con un’apericena ispirata alla cultura etrusca.
Questo evento non è che l’inizio. Il Sentiero di Francesco Datini ha ancora molti tesori e misteri da svelare…
Li scopriremo insieme..

 

VILLA DEL PALCO NELLA STORIA PARTECIPATA

(Giovedì 18 aprile 2024)

Giovedì 18 aprile 2024 si è tenuto il primo appuntamento di storia partecipata alla villa del Palco.

L’evento prevedeva una passeggiata collinare nei giardini del Monastero che a causa del maltempo non è stato possibile fare. L’incontro si è spostato, quindi, nel salone incontri della Villa per approfondire, con i 60 partecipanti accorsi, il tema della frequentazione storica del luogo e dei territori limitrofi.

Il filo conduttore è stato un dialogo a più voci per raccontare gli esiti di una ricerca storica sempre in azione, condotta da Annalisa Marchi e da altri appassionati, ciascuno nella dimensione propria (archeologica, di fonte familiare, archivistica e naturalistica).

Maurizio Bini, presidente del Gruppo Archeologico l’Offerente di Prato, ha illustrato i reperti dell’età antica rinvenuti nell’area, Giacomo Agabio, presidente di Legambiente Prato, ha spiegato l’essenza degli interventi in corso nel progetto finanziato dal PNRR soffermandosi in particolar modo sulla risorsa idrica e sull’agricoltura bioattiva.

Seguendo la cronologia storica, il racconto si è animato di grandi personaggi (primo tra tutti Francesco di Marco Datini), ma anche di storie minime dando voce, per una volta, a chi non l’ha mai avuta: come i pigionali e gli “ortolani” vissuti al Palco dalla fine del ’700. Vicende che fanno parte della riscoperta e dell’esplorazione di ambienti che svelano, passo dopo passo, altre pagine inedite di un passato tutto da valorizzare.

Un pomeriggio all’insegna della storia, dell’ecologia, ma anche del gusto. L’incontro, infatti, si è concluso con un momento di convivialità accompagnato dai sapori dell’accoglienza più autentica: un buon tè con una speciale degustazione di biscotti alla lavanda preparati dalla Foresteria della Villa del Palco.

VILLA DEL PALCO NELLA STORIA PARTECIPATA – secondo incontro

(Giovedì 30 maggio 2024)

Un incontro davvero partecipato!
Giovedì (30 maggio) si è tenuto il secondo incontro della passeggiata di storia partecipata organizzato da Annalisa Marchi, Giacomo Agabio (Legambiente Prato) e Maurizio Bini (GAO).
Anche questo, come il primo, è stato segnato da condizione metereologiche avverse che non hanno però scoraggiato le oltre 50 persone accorse per immergersi nel racconto della storia del luogo.
Un evento che si contraddistingue come esperienza diversa dalla classica visita guidata prevedendo diversi interlocutori in dialogo con i partecipanti ognuno per il proprio settore di competenza. Oltre agli organizzatori era presente anche l’archeologa Raffaella La Vela che ha potuto coinvolgere il pubblico in un’interessante lettura del territorio dai guadi agli insediamenti.
La passeggiata ha attraversato anche l’orto bioattivo di Villa del Palco con un approfondimento di Agabio sui vantaggi di questo tipo di coltivazione.
Molto apprezzato anche il racconto degli edifici (parte dei quali al momento non visibili per il cantiere in corso) dei quali si è raccontato la funzionalità per riscoprire la vita pratica di chi ha vissuto questi luoghi dal ‘400 al ‘700 e dal ‘700 ad oggi.
Alla fine un momento di convivialità con l’assaggio di un covaccino ripieno con le erbe dell’orto.
Alcune tappe di questo viaggio storico sono state già raccontate, ma c’è ancora molto da dire. Per questo verrà riproposta presto una nuova data per incontrarci a settembre.

EVENTI PASSATI

10 MARZO

SUL SENTIERO DI FRANCESCO DATINI
Passeggiata storica e apericena etrusca

Domenica 10 marzo 2024, con ritrovo alle 15.00 presso il sentiero vicinale sotto alla Villa del Palco e apericena alle 18.00 presso la Villa del Palco

Nel contesto degli itinerari di riscoperta e valorizzazione del patrimonio naturalistico e storico di cui sono ricche le località che circondano la Villa del Palco, previsto nel piano di gestione del PNRR, Legambiente Prato, insieme con il Gruppo Archeologico l’Offerente (GAO), organizza una passeggiata di approfondimento storica alla scoperta dei sentieri di Francesco Datini. Il ritrovo sarà all’inizio del sentiero vicinale sotto alla Villa del Palco alle 15.00. Da lì comincerà una passeggiata che percorrerà l’antico sentiero, ripristinato la scorsa estate dal Gruppo Archeologico l’Offerente di Prato (GAO), che dalla Villa conduce fino a Filettole.
Il percorso proseguirà fino a raggiungere Carteano dove verranno visitati il lavatoio del 1600 e le tombe etrusche. Al rientro, dopo un’ultima fermata alla fonte di San Proculo, è prevista un’apericena etrusca alla Villa del Palco.
A condurre i partecipanti alla scoperta dei luoghi che verranno attraversati saranno Giacomo Agabio, presidente di Legambiente Prato, e Maurizio Bini, presidente del Gruppo Archeologico l’Offerente.

 

MENU DELL’APERICENA
– Miele fritto
– polenta di farro arrostita
– pane etrusco con farina di ceci, lenticchie e farro
– biscotti etruschi
– pecorino stagionato con miele e frutta secca
– acqua e vino

 

La partecipazione all’evento è possibile solo su prenotazione.

Per iscriversi all’evento e prenotare l’apericena (entro l’8 marzo):
ritirieincontri@ricostruirelavita.it 

18 APRILE 2024

VILLA DEL PALCO NELLA STORIA PARTECIPATA

Passeggiata collinare nel parco

Una passeggiata collinare nel parco della Villa del Palco alla scoperta della storia del luogo con Annalisa Marchi, Maurizio Bini (GAO) e Giacomo Agabio (Legambiente Prato).

Il raduno è previsto alle 16.00 di giovedì 18 aprile nel parcheggio interno della Villa. Alle 16.15 comincerà la passeggiata fino alle 18.15.

Al termine dell’incontro è previsto un assaggio di biscotti alla lavanda della foresteria della Villa.

La partecipazione all’evento è libera: è gradita però l’iscrizione scrivendo a gtempesti@prato.tosc.cgil.it

30 MAGGIO 2024

VILLA DEL PALCO NELLA STORIA PARTECIPATA

Passeggiata collinare nel parco (secondo incontro)

Una passeggiata collinare nel parco della Villa del Palco alla scoperta della storia del luogo con Annalisa Marchi, Maurizio Bini (GAO) e Giacomo Agabio (Legambiente Prato). 

SCOPRI DI PIU’: https://sanleonardoprato.it/wp-content/uploads/2024/03/Locandina-passeggiata-nel-parco-30-maggio-2024.jpeg

3 LUGLIO 2024

LA BELLEZZA POSSIBILE: IL GIARDINO DELLA VILLA DEL PALCO E LA CUSTODIO DELLA CITTA’

Evento gratuito ed aperto alla città

L’ Ordine Architetti PPC Provincia di Prato, con il suo Gruppo Cultura, in collaborazione con la Comunità dei Ricostruttori nella Preghiera che gestiscono la Villa di proprietà della Diocesi di Prato, ha organizzato una iniziativa per la serata del 3 luglio 2024 nei bellissimi spazi della Villa del Palco. Sarà un’occasione per parlare della rinascita di questo luogo identitario per la città e del progetto che ha vinto un bando PNRR di recupero e valorizzazione sul suo magnifico giardino all’italiana e parco storico.

Maggiori dettagli qui: https://www.architettiprato.it/la-bellezza-possibileil-giardino-della-villa-del-palco-e-la-custodia-della-citta/

Troverai di più nei boschi che nei libri. Gli alberi e le pietre ti insegneranno ciò che non si può imparare da maestri.

San Bernardo –

C’è un libro sempre aperto per tutti gli occhi: la natura.
   – Jean-Jacques Rousseau –