Obiettivi raggiunti

Come prima azione è stata fatta l’apertura di un varco nel muro che delimita il parco, che diventerà il nuovo accesso per i visitatori, seguita poi dalla realizzazione di un viale di accesso dal basso.

Si è poi passati ai lavori sui muri a secco, sulla vasca alla base dell’oliveta, che diventerà un biolago, e alla costruzione di un orto bioattivo.

A gennaio 2024 sono iniziati i lavori del verde a partire dai giardini storici all’italiana, al cuore dei lavori previsti nel progetto, con particolare attenzione alla piantumazione delle nuove piante di bosso in sostituzione degli esemplari preesistenti danneggiati.

L’apertura di un varco di accesso dal basso che collega la Villa alla città e l’inizio dei lavori per la pista ciclo-pedonale.

L’intervento sui muri a secco.

La creazione di un orto bioattivo e le prime semine in collaborazione con le classi dell’agrario dell’Istituto Datini di Prato.

I lavori del giardino storico con l’inserimento di un sistema di irrigazione e la piantumazione delle nuove piante di bosso in sostituzione di quelle già presenti che erano seccate.

I lavori del giardino storico con l’inserimento di un sistema di irrigazione e la piantumazione delle nuove piante di bosso in sostituzione di quelle già presenti che erano seccate.